12

Oct, 2017

C’è una storia da raccontare…

By: | Tags: | Comments: 0

Mercoledì 18 ottobre  - ore 20.30, Sala Diemoz, Via delle Risorgive 3,  a Porcia
si terrà la serata conclusiva di un’esperienza straordinaria raccontata direttamente dai protagonisti.

Si tratta del progetto di Andrea Colussi di Cordenons e Tobia Vendrametto di Porcia, due amici che il 12 luglio scorso sono partiti da Pordenone a bordo di una Fiat 127 del 1981, diretti in Mongolia per solidarietà (Mongol Rally 2017).

Andrea e Tobia

Hanno percorso 21 mila chilometri per i bambini e i ragazzi dell’Associazione, sostenendo “Ogni giorno ti accompagno – un pulmino per l’Arcobaleno”:  sulla 127 ci sono le immagini della campagna di raccolta fondi che abbiamo lanciato in occasione della partenza di Tobia e Andrea e ci sono anche le firme, scritte di nostro pugno, quasi come ad essere davvero con loro in questa eccezionale spedizione.

Firme in Arco

Li abbiamo seguiti day by day leggendo la cronaca del diario di viaggio sulla loro pagina Fb (Public Nightmare):  li abbiamo immaginati nelle situazioni descritte, facendoci contagiare dal loro entusiasmo e scoprendo parti di mondo sconosciute.

Abbiamo riso e ci siamo sentiti  “un po’ mucca” anche noi quando, all’inizio dell’avventura, Andrea e Tobia hanno dormito sul fieno, abbiamo esultato alla partenza dal circuito di Goodwood con la macchinetta bianca targata Pordenone e piazzata tra le 20 migliori del Mongol 2017.

E poi via con loro soffrendo il caldo in un susseguirsi di chilometri  e ore di guida su asfalto, su sterrato con buche da mezzo metro, attraverso le strade più belle del mondo, dal deserto di sabbia e quello roccioso, in mezzo alle montagne, tra passi e altopiani, alle splendide vallate e agli innumerevoli spettacoli della natura.

Itinerario

21 mila chilometri in un mese e mezzo di viaggio, dormendo prevalentemente in macchina e campeggiando,  facendo soltanto delle brevi soste per visitare la bellezza delle città del mondo raggiunte e descritta direttamente da loro nell’emozionante diario su Public Nightmare.

E’ stata un’impresa straordinaria condita anche dalle difficoltà incontrate facendo tanta strada con una 127 , vivendo con il minimo necessario e temendo l’ingresso e il passaggio in Paesi difficili.

Unici ed emozionanti sono stati gli incontri con le persone conosciute lungo il tragitto con le quali  Tobia e Andrea hanno condiviso un pezzo di vita e a cui hanno spiegato lo scopo del loro viaggio: quello di “aiutare piccoli uomini e donne”.

Quando li abbiamo incontrati e abbiamo ascoltato il loro progetto, abbiamo chiesto loro come si sentissero in preparazione di un’avventura del genere ci hanno detto: “Ci sentiamo privilegiati, lo siamo perché possiamo realizzare questo sogno per chi è meno fortunato di noi”.

Traguardo

Grazie ragazzi!  

Ora attendiamo di ascoltare direttamente da voi il racconto di questa splendida avventura!

PUBLIC NIGHTMARE 2017 ARRIVO_ flyer       

facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail